Chi siamo

 

SALUMIFICIO DEDOMENICI

La nostra azienda produce salame dal 1799.

Prima osteria, poi esercizio commerciale di vendita di alimentari, macelleria e salumeria, si è poi specializzata e può oggi vantare una produzione artigianale di salumi, fatta di materie prime di qualità, amore e tradizione.

L’esperienza maturata da generazioni nella preparazione dei salumi e la scelta della migliore materia prima sono fondamentali per ottenere prodotti d’eccellenza.

La stagionatura nelle nostre fresche cantine unita al clima, all’aria pura della valle e alla passione per la nostra arte, dona a questi salumi una morbidezza ed una dolcezza inconfondibili.

Noi continuiamo con i nostri ritmi fatti di piccoli grandi gesti quotidiani, da sempre nello stesso posto e con passione immutata a fare il Salame di Varzi, secondo una tradizione che risale alla notte dei tempi.

Da oggi avete la possibilità di acquistare i nostri prodotti prenotando la consegna a domicilio!

 
 

ANGELO DEDOMENICI

Angelo Dedomenici, decano dei salumieri della Valle Staffora e fondatore del Consorzio di tutela del Salame di Varzi D.o.p., è sicuramente considerato il maestro salumiere più rappresentativo dell’Oltrepò Pavese. All’età di 14 anni ha iniziato ad apprendere i segreti del mestiere, tramandati di generazione in generazione e negli anni i suoi prodotti creati nel piccolo paese di montagna sono usciti dai confini provinciali per essere apprezzati in tutta Italia, in numerosi paesi della Comunità Europea e nei paesi di Oltre Oceano. “Produciamo salame dal 1799 – spiega – la nostra azienda è situata nella zona di produzione del tipico Salame di Varzi che contempla quindici comuni dell’Oltrepò montano. La scelta della migliore materia prima è sinonimo di buon inizio per avere un salame d’eccellenza, come quello di Varzi. L’esperienza maturata in tutti questi anni per preparare il prodotto è una garanzia di qualità per i nostri clienti”.

Nel 2013 ha realizzato a Casanova Staffora il primo Museo del Salumiere della Provincia di Pavia aperto al pubblico e soprattutto agli alunni delle scuole. “Il museo – spiega Dedomenici – sorge a fianco del salumificio ed è nato per custodire e tramandare tutto il sapere inerente alla produzione della nostra eccellenza, il Salame di Varzi e racchiude al suo interno un piccolo mondo antico che
vale la pena di riscoprire”.

Una vita dedicata, con passione, al proprio lavoro. Un lavoro che diventa la propria ragione di vita. Angelo Dedomenici, oltre 65 anni di esperienza e di umiltà, ha fatto della produzione del Salame di Varzi secondo tradizione una missione, tanto che tramandare la storia del suo lavoro è diventato quasi un obbligo morale.

Questo il motivo che lo ha spinto nel 2017 a dare alla luce un libro intitolato “Racconto: il Contadino e il Maslè”. «Negli ultimi dieci anni ho preso tanti appunti di lavoro – racconta Dedomenici –, fogli sparsi che ho voluto raccogliere dopo essermi fatto un esame di coscienza: sono cose semplici, ho pensato, ma che mai nessuno ha scritto, almeno non nel nostro territorio, così ho voluto raccontare della macellazione del suino, da quando si andava a comprare il maiale al mercato di Varzi, avvalendosi di un mediatore per le contrattazioni di acquisto, a quando lo si portava a casa e lo si nutriva per un anno e mezzo, alla “corsa” per accaparrarsi il miglior maslé sulla piazza, fino a quando, con una grande celebrazione, la più importante dell’anno dopo il Natale e la festa del paese, si giungeva alla macellazione…».

Un lungo percorso che segue la filiera produttiva attraverso 30 capitoli. Angelo Dedomenici ha voluto raccontare in questo libro una storia tutta locale che fa rivivere momenti del passato, narrando la passione, la dedizione, la lentezza delle operazioni, il rispetto del tempo, i gesti d’amore per un prodotto che nasce come un’opera d’arte, con la speranza che questa tradizione locale, patrimonio immenso dell’Oltrepò Pavese, non venga così dimenticata.